QuBa Libre

musica occitana da ballo e da ascolto


HOMECHI SIAMO – L’INDIAN JOLI – BRANI DEL DISCO – FOTO – VIDEO – CONTATTI – CONCERTI

Se desiderate vivacizzare la vostra festa con un coktail musicale saporito e allegro, dagli ingredienti genuini e assolutamente ben miscelati, alcolico quanto basta per saplancare il sorriso, ma non troppo da offuscare il cervello e fiaccare le gambe, allora QuBa Libre è ciò che fa per voi.

La ricetta non è scontata: prendete la vibrazione arcaica, misteriosa ed ipnotica di una ghironda sapientemente suonata, aggiungete il groove di una chitarra acustica che batte il ritmo senza sosta, completate il tutto con i mantici raffinati e morbidi della fisarmonica e dell’organetto diatonico aggiungendo un pizzico di flauto e di cornamusa e la festa può davvero cominciare!


foto QuBa Libre -Simonetta Baudino - Giuseppe Quattromini


QuBa Libre: le origini

Il progetto QuBa Libre nasce nel 2010 dall’incontro di due musicisti cuneesi i quali – reduci da una comune esperienza musicale in Sardegna – decidono di rendere stabile il sodalizio artistico, iniziato in una precedente formazione di musica occitana d’autore.

In Sardegna, Simonetta e Giuseppe accompagnano il gruppo folkloristico piemontese I danzatori di Bram e suonano dal vivo durante le esibizioni dei ballerini nel contesto di un festival internazionale itinerante dedicato alla musica e al ballo folk.

Nasce così QuBa Libre, un duo acustico di musica occitana costituito dai polistrumentisti Simonetta Baudino (ghironda, organetto diatonico, cornamusa) e Giuseppe Quattromini (fisarmonica, chitarra, flauto dolce, armonica a bocca).


QuBa Libre: il nome

Apparentemente lontano dal contesto occitano, è frutto in realtà di un semplice gioco di parole: le sillabe iniziali dei due cognomi formano QuBa e QuBa  non poteva che essere Libre (in occitano libre significa libero, in questo caso libero di interpretare e reinventare la tradizione a modo proprio).


QuBa Libre - Simonetta Baudino - Giuseppe Quattromini
QuBa Libre a Savona (SV) – ph. by Andrea Vivona

QuBa Libre: il repertorio

Il repertorio è un viaggio in musica che attraversa tutta la regione occitana e comprende melodie della tradizione e brani di nuova composizione.

Partendo dalle vallate alpine del Piemonte, si arriva fino ai Pirenei e all’Oceano Atlantico, attraversando tutta l’Occitania francese con diverse musiche da ballo: corrente, mazurke francesi, scottish, rigodon, danze basche, bourrees a due e tre tempi, circoli, chapelloise e molto altro ancora.


foto QuBa Libre -Simonetta Baudino - Giuseppe Quattromini
Lezione concerto alla “Locanda Mistral” – borgata Ponte Maira – Acceglio (CN)

QuBa Librele attività

La principale attività di QuBa Libre è quella dei concerti a ballo, ma negli ultimi anni il duo ha praticato spesso altre forme di intrattenimento quali animazioni musicali, lezioni concerto sulla cultura e sulla musica occitana, presentazione degli strumenti della tradizione.

I concerti a ballo sono serate della durata di circa tre ore durante le quali il duo esegue le principali danze della tradizione occitana e del ballo folk: courente, balet, circoli circassiani, chapelloise, scottish, mazurche francesi, valzer, bourrée a due o tre tempi, rigodon, danze basche, rondò, congo, maraichines e molto altro.

Le animazioni musicali sono intrattenimenti con musiche tradizionali e brani di composizione eseguiti dal vivo in occasione di matrimoni, inaugurazioni, conferenze e altri tipi di evento.

Le lezioni concerto propongono un viaggio attraverso la regione occitana per mezzo delle melodie e delle danze tipiche di ogni territorio; arricchiscono il racconto aneddoti e curiosità legate alla storia dell’Occitania, alla sua geografia e agli strumenti popolari utilizzati da secoli in quei territori.

Le presentazioni degli strumenti tradizionali hanno un carattere più didattico e sono adatte a un pubblico anche molto giovane oppure curioso di conoscere e approfondire la tradizione e la cultura occitana attraverso gli strumenti popolari quali ghironda, cornamusa, flauti, organetto diatonico e fisarmonica.

Il concerto natalizio Rei e pastres (re e pastori) è un piccolo viaggio nei nouvée occitani, i presepi cantati della tradizione occitana. Si tratta di canzoni popolari dedicate alla Natività. Protagonisti di queste canzoni sono tutti i personaggi che, come raccontano sia i vangeli sinottici, sia i vangelo apocrifi, prendono parte al miracolo della nascita di Gesù. Si tratta di Re Magi, ma anche e soprattutto di gente comune, umile, come i tanti pastori che per primi sono giunti alla capanna per rendere omaggio al bambino divino offrendo in dono il poco che possedevano. La devozione popolare ha trasformato queste storie evangeliche in canzoni natalizie piene di pathos ma anche dense di vita quotidiana e concretezza contadina, in un miscuglio di gioia e stupore che restituisce con semplicità l’atmosfera magica del Natale.


Giuseppe Quattromini e Simonetta Baudino insieme a Caterina Sangineto a Camoglieres (Valle Maira)
Simonetta Baudino (ghironda) e Giuseppe Quattromini (fisarmonica) con Caterina Sangineto (salterio) – borgata Camoglieres – Valle Maira (CN)

QuBa Librele collaborazioni

All’occorrenza il duo può trasformarsi in trio, quartetto o quintetto grazie alla presenza di alcuni musicisti  con cui il duo collabora da anni e che aggiungono all’ensemble la melodia del canto, i colori arcaici dei flauti e delle cornamuse, il ritmo incalzante del basso e della batteria.


QuBa Libre: i concerti  e il cd

Il duo si è esibito durante questi anni in diversi contesti: feste da ballo, sagre, animazioni itineranti e anche alcuni importanti festival del nord e del sud Italia (Big Bang Folk Festival, Folkampestre, Occit’amo Festival, Case Ospitanti Matera).

Nel mese di maggio 2018 è uscito il primo lavoro discografico: Lindian joli.

Il CD contiene dodici tracce di cui nove sono brani originali composti rispettando e rielaborando le strutture e i ritmi delle danze tradizionali.


foto QuBa Libre -Simonetta Baudino - Giuseppe Quattromini


croce di tolosa (o croce occitana)